#22 Gli euro che spendi per il matrimonio. Ovvero ricordarsi che non siamo Bill Gates.

Adesso che sono ufficialmente finite tutte le feste del mondo è tempo di tornare al lavoro. No ma non il lavoro vero, quello chissene. Parlavo del matrimonio.

Madò che palle raga. Io non so, tutti carichissimi con sta storia del matrimonio e noi che ogni volta che ci rendiamo conto di essere indietro come la coda del maiale ci lamentiamo e comunque continuiamo a non fare niente.

Ma la cosa che più inquieta è il danaro. Ma quanto ce ne vuole? Oh vecio, stiamo parlando di un giorno, uno solo, che mi viene a costare fior fior di euro che noi ci impieghiamo moltissimi mesi a guadagnare.

Come fare quindi per gestire al meglio i propri dindi? Beh, certamente non ci vuole un genio per capirlo: ovviamente bisogna darsi un budget.

AHAHAHAHAHAH CHE RIDERE

Dato che i Brolli sono molto accorti e scrupolosi, loro il budget manco se lo sono dato perché appena ti fai fare un preventivo capisci che nell’ipotetico budget non ci starai mai dentro.

E allora che fare? Spendete amici cari, tanto i soldi sono fatti per essere spesi.

AHAHAHAHAHAH CHE RIDERE

Ma io i soldi non ce li ho! E allora fate quello che potete, evitate le pacchianate di tulle che tanto fanno cagare e cercate di essere persone normali quali siete: ok che è il giorno più importante, ma un po’ di senno per piacere mettiamocelo.

Conclusione:
“Le cose che mi piacciono costano millemila dollari, come faccio?”
Come a Piacenza belli miei, fate senza.brolli milioni di dollari cash

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: