#8 La Location del matrimonio. Ovvero come visitare i castelli della zona gratis.

Brollisposi così come tutti gli sposi del mondo a un certo punto devono fare i conti con lei: la location, ossia il posto dove fare il ricevimento/la mangiata/la festa. Ce ne sono davvero di tutti i tipi: dalla cascina al castello, dal ristorante al giardino di casa; c’è solo l’imbarazzo della scelta. La cosa più figa del cercare la location è che visiti gratis i posti più suggestivi della tua città. A Piacenza, ad esempio, ci sono davvero un milione di soluzioni. E i Brolli si sono innamorati del Castello di Paderna, struttura dalle antichissime origini la cui elegante struttura si deve ad un intervento del’400 che l’ha reso così affascinante. E poi c’è anche il fossato.

Ma la cosa più bella del Castello di Paderna è il conte che ci abita. Un signore sulla settantina, con capelli (pochi) e barba bianchi, una sorta di babbo natale all’italiana senza un pezzo di indice. Un uomo di una classe rara che promuove la sua location con una favella affabulatrice e ti fa venire voglia di fare un matrimonio fichissimo con vini ricercati e mai assaggiati. Quando vai a Paderna e parli con il conte, minimo minimo stai lì 3 ore. Lui ti parla, ti intorta, ti fa credere di essere la coppia che rivoluzionerà l’idea del matrimonio. E allora ti convinci e dici ok, mi sposo qui. E paghi un sacco di soldi e decidi di sposarti il 27 giugno 2015.

Il problema della location è che la devi prendere molto prima del matrimonio, tipo un anno. Ti viene un po’ l’ansia ma alla fine pensi che a giugno ci sono solo quattro sabati e che non saranno i Brolli gli unici a puntare uno di quei sabati. Così lasci un acconto stellare e ti sposi per forza perché va bene tutto ma buttare via i soldi proprio no.

Che bello, nel Castello di Paderna c’è anche un pozzo con dentro i fiori.

brolli castello

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: